Whistlebolwing

Padania Acque S.p.A. offre uno strumento software sicuro per l’invio di segnalazioni riguardanti illeciti ed irregolarità.

Chi volesse inoltrare una segnalazione può farlo cliccando sul questo link

Le istruzioni di utilizzo sono disponibili sulla home page.

Le segnalazioni perverranno al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza il quale provvederà a gestirle, qualora di competenza o, diversamente, ad inoltrare all’Organismo di Vigilanza ove fossero di rilevanza ai sensi del D.Lgs. 231/2001.

Di seguito si riportano alcune informazioni in tema di whistleblowing.

La normativa relativa all’istituto del whistleblowing è contenuta per i dipendenti pubblici all’interno dell’art. 54 bis del D.Lgs. 165/2001, introdotto dalla legge 190/2012 e rubricato “Tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti”. Essa ha previsto questo nuovo strumento per facilitare la segnalazione, da parte dei dipendenti pubblici, di comportamenti che possono costituire illeciti, in particolare di natura corruttiva. La norma ha la finalità di proteggere, da eventuali discriminazioni/conseguenze ritorsive, i dipendenti che riferiscano circostanze/situazioni integranti violazioni delle prescrizioni del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D.Lgs.321/2001, del Codice Etico, del Piano per la Prevenzione della Corruzione e, più in generale, qualsiasi comportamento che possa ricondursi a ipotesi di corruzione ovvero a qualsivoglia altra condotta diretta, mediante abuso della propria posizione, al conseguimento di vantaggi personali di qualunque natura di cui siano venuti a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro.

L’operatività di tale norma è stata estesa anche ai dipendenti di enti di diritto privato in controllo pubblico dalla Legge 179/2017 “Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato”.

In questo contesto normativo, per favorire il contrasto di episodi di corruzione nonché di fatti illeciti in violazione delle prescrizioni del D.Lgs. 231/2001 e/o del Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001, Padania Acque S.p.A. ha consolidato il proprio sistema di gestione delle segnalazioni in materia, adottando uno strumento informatico che consente di migliorare l’efficacia e l’efficienza dell’intero sistema di gestione delle segnalazioni, anche in una logica di maggior tutela della riservatezza ovvero dell’anonimato dei segnalanti.

 Lo strumento, in linea con le disposizioni della Legge 179/2017, permette di gestire le segnalazioni pervenute garantendo e la riservatezza per i soggetti segnalanti e la massima sicurezza informatica, consentendo un’interrelazione con i soggetti segnalanti, essi siano dipendenti, collaboratori, fornitori e di rendicontare lo stato di avanzamento istruttorio, in aderenza alle Linee guida ANAC in materia.

Resta inteso che le segnalazioni verranno comunque vagliate anche qualora pervenute tramite altri canali di comunicazione (es. posta ordinaria), in aderenza a quanto specificato nel Piano Anticorruzione e nel Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001 della Società.

Le segnalazioni non sostituiscono, laddove ne ricorrano i presupposti, l’obbligo di denuncia all’Autorità Giudiziaria nei casi previsti dalla legge penale.

Data di creazione: 24/02/2021
Data di ultima modifica: 01/04/2022

Torna all'inizio del contenuto